In trasferta per la solidarietà. La Scuola di Maratona di Vittorio Veneto ad Accumoli due anni dopo il terremoto del 2016.

C’erano anche loro, gli atleti della Scuola di Maratona di Vittorio Veneto, domenica 3 giugno, sulle strade di Accumoli, due anni dopo il terremoto che nel 2016 sconvolse il piccolo comune laziale. Andava in scena la prima edizione di “Accumoli in Marcia” una gara non competitiva corsa sulla duplice distanza dei 6 e dei 18 chilometri.

All’organizzazione della competizione, oltre al Comune di Accumoli e alle associazioni locali “Laga Insieme ONLUS” e “Radici Accumolesi”, ha infatti ha dato il proprio contributo anche la società vittoriese. L’Assessore allo Sport Giuseppe Costa, che domenica era presente all’evento ed ha rappresentato l’amministrazione della nostra città, spiega che “Accumoli in Marcia” “è stata ideata non solo con l'intento di devolvere il ricavato delle iscrizioni a favore delle popolazioni colpite dal sisma ma anche con l’obiettivo di fornire alle persone un concreto sostegno morale, portando in quelle terre sfortunate il senso di solidarietà e l'entusiasmo dei partecipanti alla gara”. Il sindaco di Accumoli Stefano Petrucci aggiunge che gli organizzatori puntavano a “catturare l'attenzione della stampa, per ribadire la vocazione turistica che caratterizza il territorio di Accumoli, situato nell'Appennino centrale fra i parchi nazionali del Gran Sasso-Monti della Laga e dei Monti Sibillini. Nostro desiderio - continua Petrucci -  è far rivivere il territorio, auspicando che vi sia interesse da parte di potenziali investitori per creare quella ricettività alberghiera che purtroppo manca ancor di più dopo il terremoto”.  La competizione si è svolta in un clima festoso, alimentato da una splendida giornata di sole, con grande gioia degli abitanti del piccolo paese reatino, i quali ora vivono nelle cosiddette “soluzioni abitative di emergenza” e non hanno molte occasioni di svago in quello che è un vero e proprio “paese temporaneo”. Particolarmente toccante è stato il momento della partenza, quando è stato osservato un minuto di silenzio a ricordo delle vittime del terremoto. La trasferta dei vittoriesi ad Accumuli è stata massiccia, con la partecipazione di circa 100 atleti. Lunedì 4 giugno l’assessore Giuseppe Costa è stato poi ricevuto dal sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, al quale ha consegnato il volume dei Cavalieri di Vittorio Veneto recante l’elenco dei soldati della provincia di Rieti insigniti della prestigiosa onorificenza. Il libro sarà collocato nel Museo della Memoria in fase di allestimento. Le autorità comunali e le associazioni locali di Accumoli hanno vissuto con grande entusiasmo la presenza e il calore umano portato in paese dagli atleti della Scuola di Maratona di Vittorio Veneto e da altri gruppi di sportivi provenienti da tutta Italia, tanto che hanno espresso l'intenzione di riproporre la manifestazione anche nel 2019.