Cavalieri di Vittorio Veneto. Un primo elenco sarà consultabile digitalmente a partire dall'autunno di quest'anno.

Il Museo della Battaglia, presso la Chiesa di San Paolo, conserva in 11 volumi liberamente consultabili l’elenco dei 117.947 insigniti dell’onorificenza di Cavaliere di Vittorio Veneto delle regioni Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia nonché della provincia laziale di Rieti.

Copia dell’elenco dei nominativi quest’ultima è stata di recente consegnata dall’assessore Giuseppe Costa al Comune di Amatrice in segno di solidarietà e vicinanza ideale per l’evento sismico che ha colpito quei territori e anche in considerazione dell’intenzione manifestata dall’allora sindaco Sergio Pirozzi di istituire in Amatrice un Museo della Memoria.

Il progetto curato dallo storico locale Franco Giuseppe Gobbato di San Giacomo di Veglia, che si avvale della collaborazione della Fondazione Minuccio Minucci, si arricchirà a breve anche dei dati relativi ad altre regioni del Nord: Liguria, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Emilia Romagna e la provincia toscana di Livorno per ulteriori 423.616 nominativi che saranno restituiti alla memoria collettiva per un totale complessivo di 541.563 nomi.

Per tutto questo immenso patrimonio è in corso un’attività di valorizzazione: gli elenchi saranno messi a disposizione del pubblico nell’autunno 2018 tramite una postazione informatizzata touch screen di consultazione e il visitatore avrà la possibilità di stampare direttamente in loco l’attestazione del proprio familiare.

Il lavoro continuerà poi con la realizzazione dei registri delle altre regioni italiane fino a completare la raccolta con i nominativi di tutti gli insigniti di quest’alta onorificenza che ricordiamo è stata istituita con Decreto del Presidente della Repubblica il 18 marzo 1968, in occasione del cinquantesimo della Vittoria ed è costituita da tutti i veterani combattenti della guerra del 15-18 all’epoca ancora viventi.