Referendum 28/5/2017

REFERENDUM SOSPESI

Referendum popolari relativi alla "abrogazione di disposizioni limitative della responsabilità solidale in materia di appalti" e alla "abrogazione di disposizioni sul lavoro accessorio” (voucher).

News del 26 aprile 2017

Il Ministero dell'Interno con circolare n. 13 in data 21 aprile u. s. ha comunicato che l' Ufficio Centrale per il referendum presso la  Suprema Corte di Cassazione, con ordinanza del 21.04.2017, ha disposto la sospensione con effetto immediato delle operazioni relative ai referendum aventi, rispettivamente, le denominazioni "abrogazione disposizioni limitative della responsabilità solidale in materia di appalti "e "abrogazione disposizioni sul lavoro accessorio (voucher)".
 

Voto degli italiani temporaneamente all'estero

Si comunica che con L. 06.05.2015 n.52 è stato stabilito, per le elezioni politiche  e i referendum nazionali, il diritto di voto per corrispondenza nella circoscrizione Estero – previa espressa opzione valida per un’unica consultazione – agli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento della medesima consultazione elettorale, nonché ai familiari con loro conviventi.

Si invitano, pertanto, tutti coloro che fossero interessati a formulare la domanda, a compilare l’allegato modello in ogni sua parte, unendo fotocopia di documento d’identità valido, e ad inviarlo ad uno dei seguenti indirizzi:

  • pec.comune.vittorio-veneto.tv@pec.veneto.it
  • elettorale@comune.vittorio-veneto.tv.it

Termini per l’esercizio dell’opzione

La Circolare del Ministero dell’Interno n. 9/2017 del 30 marzo 2017 prevede che l’opzione per il voto per corrispondenza pervenga direttamente al comune d’iscrizione nelle liste elettorali tassativamente entro il 26 aprile 2017, trentaduesimo giorno antecedente la votazione, ovverosia in tempo utile per la immediata comunicazione al Ministero dell’interno.

Eventuali opzioni effettuate in occasione di precedenti consultazioni non hanno più effetto.

Norme particolari hanno definito le modalità tecnico organizzative per il voto sia degli appartenenti alle Forze armate e di polizia temporaneamente all’estero nello svolgimento di missioni internazionali, sia dei domiciliati presso le Ambasciate e i Consolati: in queste ipotesi, per informazioni rivolgersi agli uffici consolari territorialmente competenti.

Voto degli italiani residenti all'estero (A.I.R.E.)

Si informa che, ai sensi della L. 27.12.2001 n. 459, gli elettori italiani residenti all’estero per poter votare in Italia debbono esercitare il diritto di opzione al Consolato di riferimento. Le domande devono essere presentate, unitamente a copia di un documento d’identità, entro il 25 marzo 2017 utilizzando l’allegato modello.

Eventuali opzioni effettuate in occasione di precedenti consultazioni non hanno più effetto.