Appuntamento inserito nel Calendario degli eventi dedicati al Centenario della Grande Guerra. Il ritorno di Irene, spettacolo per ragazzi

La piccola Irene è stata costretta dalla guerra a fuggire dalla propria casa. Come lei tante altre persone hanno dovuto abbandonare i paesi nei quali sono vissute fino ad allora. Che cosa succede in quei luoghi rimasti deserti?

Il ritorno di Irene, spettacolo per ragazzi in programma domenica 11 marzo alle 17.00, presso il Museo della Battaglia, risponde proprio a questa domanda utilizzando lo strumento della fantasia. Protagoniste della vicenda sono le case abbandonate degli sfollati della Grande Guerra, le case rimaste vuote, come vuote sono le stalle e i nidi sugli alberi. E così case, stalle e nidi si mettono in cammino attraverso la notte per fuggire alla guerra e ritrovare i loro abitanti. La farmacia, l'osteria, la casa della piccola Irene, il cinema muto, la cuccia di Bobi, la stalla di Nerina scenderanno ai binari in attesa di un treno che riporti chi non c'è e saliranno sopra il monte a rifar paese e a raccontarsi storie nell'attesa.

Il ritorno di Irene ricorda una bella addormentata che tutti vogliono risvegliare dal nero incantesimo di cent'anni fa.  Gli autori di questa divertente pièce sono Gigi Brunello e Gyula Molnar; gli oggetti di scena e le sculture sono stati realizzati sempre da Gigi Brunello e Alberto De Bastiani. L’evento è organizzato dall’associazione "Piccolo Principe", dall’associazione "Insieme per Ceneda" e dal Comune di Vittorio Veneto. Lo spettacolo è inserito nel calendario degli eventi dedicato alla Grande Guerra consultabile nel sito http://www.turismovittorioveneto.gov.it.