#ProseccoShire, la mostra sensoriale che porta sul territorio la candidatura UNESCO, approda a Palazzo Todesco

Dopo le tappe a Conegliano, Pieve di Soligo, Valdobbiadene, Fregona e l’anteprima a Treviso, sarà la Città della Vittoria ad ospitare per tre mesi la mostra dedicata alle colline del Conegliano Valdobbiadene.

Aperta dal 2 dicembre al 25 febbraio, anche in questa tappa è grande il coinvolgimento delle scuole superiori, le quali cureranno l’accoglienza ai visitatori.

Tra le novità #proseccoshireincontra, dialoghi con personalità del territorio con il paesaggio sullo sfondo, e #palazzotodescoinmusica, per affermare nel paesaggio la centralità della musica.

Nuova tappa per #ProseccoShire Terre di Prosecco Conegliano Valdobbiadene, la prima mostra sensoriale dedicata al paesaggio delle colline di Conegliano Valdobbiadene candidate a Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Nata nel 2015, dopo le precedenti aperture nelle due capitali del Prosecco, Conegliano e Valdobbiadene, a Pieve di Soligo, a Fregona, primo comune della buffer zone ad ospitare l'esposizione, e Palazzo Giacomelli a Treviso, da sabato 2 dicembre approda a Vittorio Veneto, nell'esclusiva location di Palazzo Todesco, nel cuore del centro storico di Serravalle. “Quella individuata dal dossier di candidatura è un’area che possiamo definire come un triangolo ricompreso fra le città di Conegliano a sud, Valdobbiadene ad ovest e Vittorio Veneto ad est.– spiega il sindaco di Vittorio Veneto, Roberto Tonon - Un triangolo della bellezza che sempre più turisti si affacceranno ad esplorare e che la mostra sensoriale ricrea in modo emozionante. Un biglietto da visita ed al contempo un invito ad esplorare quel paesaggio oggi sotto la lente degli osservatori Unesco”. 

Una mostra nata per emozionare e coinvolgere i visitatori, che ha per primo appassionato gli studenti. Quelli di 3 istituti superiori - l'Istituto d'Arte Munari e l'Istituto Alberghiero Beltrame di Vittorio Veneto e l’Istituto Da Collo di Conegliano – in oltre 50 si alterneranno nell’accoglienza in mostra e nelle visite guidate. Per gli studenti dell’Istituto Alberghiero Beltrame inoltre la sfida di un progetto di ricerca sul tema “il paesaggio nel piatto”. Inoltre, sono già 15 le classi di materne, elementari e medie (circa 300 studenti) già prenotate per i laboratori tattili della Associazione La Mucca Gialla. Giovedì 14 dicembre è previsto un incontro per gli insegnanti. “In questi 3 anni il progetto ha coinvolto oltre 1.200 studenti tra l’attività di accoglienza e i laboratori – spiega il presidente dell’Osservatorio del Paesaggio dell’Alta Marca Trevigiana, Luciano Fregonese – un percorso che ha coinvolto cittadini e turisti, aziende ed istituzioni, sensibilizzando la nostra comunità sui temi della cura, del valore di un paesaggio che non a caso oggi è diventato la candidatura nazionale all’Unesco da parte del Governo italiano. Grazie alla collaborazione di Savno, per loro abbiamo pensato ad un “passaporto”, un libretto che resterà per sempre un ricordo di questa esperienza”. 

Con il percorso espositivo della mostra il visitatore potrà ripercorrere un itinerario della bellezza sulle colline del Prosecco Superiore, e allo stesso tempo intraprendere un viaggio interiore che stimola emozioni. Attraverso immagini e profumi si rivive nel trascorrere semplice del tempo la dialettica uomo natura, che ha prodotto un paesaggio culturale così interessante, di valore e soprattutto di grande bellezza. Il percorso ricreato all'interno delle sale stimola l'attenzione e l'osservazione del visitatore, spinto a cercare all'esterno i riferimenti così fortemente espressi all'interno della mostra. Un mix che alimenta quella consapevolezza di vivere davvero in un territorio che merita il titolo di patrimonio UNESCO.  

La tappa a Vittorio Veneto presenterà delle novità rispetto alle precedenti: innanzitutto, saranno 40 le riproduzioni di grande formato degli scatti del fotografo paesaggista Francesco Galifi, divise in quattro sezioni diverse su due piani, con due nuove sale dedicate alle meravigliose aurore nelle Terre del Prosecco Superiore e alla vendemmia eroica. A completare il viaggio sensoriale, oltre alla vista saranno coinvolti l’olfatto, grazie a 4 profumazioni dei terroir, che vogliono racchiudere l’atmosfera delle quattro stagioni e la differenza di profumo da mattina a sera, e l’udito, con quattro arie internazionali che metteranno a proprio agio ogni visitatore. Ma #ProseccoShire vuole anche essere un luogo di riflessione sui temi culturali. Con la rassegna #proseccoshireincontra si approfondiranno temi legati al paesaggio, quali ad esempio le ricadute economiche della candidatura Unesco. In occasione dell’inaugurazione della mostra, sabato 2 dicembre alle ore 18.00, il fotografo paesaggista Francesco Galifi ed il ricercatore Crea-Ve Diego Tomasi apriranno un confronto sul tema della biodiversità: da reale a percepita, eternata dalla fotografia. Una rassegna sarà invece dedicata alla musica, all’educazione all’ascolto, con interventi di giovani musicisti alternati a quelli di personalità già affermate della scena musicale veneta, la rassegna #palazzotodescoinmusica.

---------------------------------------------------------------------------------------------------

INAUGURAZIONE E ORARI

L'inaugurazione si terrà sabato 2 dicembre alle ore 18
A Palazzo Todesco, in Piazza Flaminio a Serravalle Di Vittorio Veneto

Alla presenza del sindaco Roberto Tonon, del presidente dell’Osservatorio del Paesaggio dell’Alta Marca Trevigiana, Luciano Fregonese e degli Assessori Antonella Uliana e Giovanni Napol, che porteranno il saluto introduttivo.

Sarà presente il Gruppo di lavoro che cura la mostra sensoriale.

Sarà presente il fotografo paesaggista Francesco Galifi, in dialogo con il ricercatore il ricercatore Crea-Ve Diego Tomasi.

Al termine un aperitivo curato da Primavera del Prosecco Superiore.

La Mostra sarà aperta dal 2 al 23 dicembre e dal 6 gennaio al 25 febbraio il sabato e la domenica dalle ore 10 alle 12 e dalle 15 alle 17.

Su richiesta, per gruppi di almeno 20 persone, saranno possibili visite guidate gratuite il giovedì dalle 18.00 alle 20.00 scrivendo a info@proseccoshire.it

Entrata libera

Ulteriori informazioni: www.proseccoshire.it

Proseccoshire è promossa dal Comune di Vittorio Veneto e dall’Osservatorio del paesaggio delle colline dell’Alta marca trevigiana

Con il patrocinio di

Regione del Veneto e dell’ ATS Colline di Conegliano Valdobbiadene Patrimonio dell'Umanità per la candidatura del Paesaggio del Prosecco Superiore quale patrimonio dell'Umanità

Con la collaborazione di

Istituto da Collo di Conegliano, Istituto Munari e Istituto Beltrame di Vittorio Veneto, Unindustria Treviso, la Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene,

Associazione Mai, Associazione Europa Arte e Cultura, Associazione La Mucca gialla, Associazione Pro Loco Vittorio Veneto

Con il Contributo di

Asco Holding, Ipa Terre Alte della Marca trevigiana, Gal Altamarca, Unpli Treviso e Primavera del Prosecco, Savno

Partner ufficiali

Città di Vittorio Veneto, Città di Conegliano, Città di Valdobbiadene,

Comune di Pieve di Soligo, Comune di Fregona

Banca della Marca, Cantina di Conegliano e Vittorio Veneto

Con la partecipazione di

Enoturismo Le Rampe di Cozzuolo, La Vigna di Sarah,

Toni Doro  Il Prosecco, Vini Tonon “Camul”

Partner tecnico

Euroisa, Forest Comunicazioni, Artigrafiche Conegliano, Grafiche CeD, Agenzia Eventi, Olojin Connective Thinking

Media partner

Qdp news, Oggitreviso

#Proseccoshire è un evento ufficiale di Conegliano Valdobbiadene città europea dl vino 2016