Firmato il Protocollo d’Intesa tra la Rete “Luoghi d’Arte” di Vittorio Veneto ed i Musei Civici di Treviso

La Rete "Luoghi d’Arte" di Vittorio Veneto, creata nel 2016 da Comune di Vittorio Veneto, Fondazione "Minuccio Minucci" e MAI Associazione Culturale, comprende il Museo del Cenedese, con l'Oratorio dei Battuti, la Galleria Civica "Vittorio Emanuele II" e Palazzo Minucci De Carlo.

Dopo aver già realizzato numerose iniziative in comune (presentazione di libri, concerti, visite, degustazioni, attività per le famiglie…), che oltre ad offrire occasioni di approfondimento culturale hanno fatto registrare un notevole incremento di pubblico nelle diverse sedi, tale Rete si è rivolta ad altre realtà museali del territorio, sempre di carattere storico artistico, al fine di attuare una reciproca promozione e di programmare eventuali collaborazioni future.

La Rete “Luoghi d’Arte” di Vittorio Veneto ha quindi proposto ai Musei Civici di Treviso, comprendenti nello specifico il Museo “Santa Caterina”, il Museo “Luigi Bailo” e la sede espositiva “Casa Robegan”, un Protocollo d’Intesa che attualmente prevede, come prima forma di promozione reciproca, il riconoscimento della tariffa ridotta d’ingresso ai possessori del biglietto acquistato, entro un arco di tempo di sei mesi, presso una delle altre sedi museali coinvolte; l’auspicio è però che in futuro vengano realizzate forme più articolate di collaborazione, per eventuali progetti comuni di comunicazione o di programmazione di eventi di varia tipologia, anche espositivi.

Il Protocollo d’Intesa tra la Rete “Luoghi d’Arte” di Vittorio Veneto ed i Musei Civici di Treviso è stato dunque sottoscritto, durante la conferenza stampa svoltasi stamattina a Treviso, dagli Assessori alla Cultura dei rispettivi Comuni, prof.ssa Antonella Uliana e prof. Luciano Franchin, alla presenza del Sindaco di Vittorio Veneto Roberto Tonon, del presidente della Fondazione Minucci Luigi Marson e del Direttore dei Musei Civici di Treviso Emilio Lippi.