Oltre venti edifici pubblici danneggiati dal maltempo

Tonon: "La prima stima è di diverse centinaia di migliaia di euro". Già eseguita la messa in sicurezza di tutti gli immobili.

La stima economica dei danni subiti dagli edifici di proprietà della Città di Vittorio Veneto non è ancora quantificabile con la massima precisione. Il sindaco Roberto Tonon però, dopo l'ennesimo incontro con i tecnici comunali a seguito della violenta grandinata di domenica scorsa e del maltempo che si è abbattuto sulla zona anche nelle giornate successive, afferma che si tratta di diverse centinaia di migliaia di euro.

"Tutti gli interventi ritenuti urgenti per l'incolumità pubblica e di messa in sicurezza degli stabili sono già stati eseguiti", dichiara il sindaco. Lavori eseguiti in parte dal personale interno - che sta ancora operando per la pulizia e il completamento delle coperture provvisione - e in parte affidandosi a ditte esterne, limitatamente alle coperture della scuola media Da Ponte e alla primaria Pascoli, oltre che per alcuni piccoli interventi di sostituzione di vetri e cupolini. 

Sono oltre venti gli edifici pubblici danneggiati

Ecco l'elenco completo:

Caserma dei Carabinieri di via Boni, Palazzo Torres (Museo del Cenedese), Palazzo delle Poste, Palazzo municipale e uffici distaccati, magazzini di via del Macello, magazzini comunali di via Carducci, palazzetto dello sport, piscine comunali, campo sportivo di Costa, ex spogliatoi dello stadio comunale Barison, ex Inam, scuola media Da Ponte, scuola media Cosmo, scuole per l'infanzia e primarie: Manzoni, Parravicini, Pascoli, Marco Polo, Crispi, Costella e Rodari.