I Cavalieri di Vittorio Veneto della provincia di Rieti. Un dono per Amatrice

Si aggiunge un nuovo libro al Memoriale dei Cavalieri di Vittorio Veneto, collocato presso il Museo della Battaglia della nostra città, che può apparire anomalo.

Nell’abside della Chiesetta di S. Paoletto, annessa al Museo, sono raccolti infatti i nomi di tutti i Cavalieri della Regione Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige, suddivisi per Provincia e per Comune di appartenenza. Nomi di coloro che hanno combattuto durante la Prima Guerra Mondiale ed erano ancora in vita nel 1968, anno dell’istituzione dell’onorificenza.

Il nuovo Libro che è stato aggiunto è l’elenco nominativo dei 5277 cavalieri di Vittorio Veneto della Provincia di Rieti.

“Le ragioni che hanno spinto alla stesura, all’esposizione nel Memoriale e al dono di una copia del libro al Comune di Amatrice – commenta l’Assessore alla cultura Antonella Uliana - che avverrà prossimamente, vanno ricercate in motivazioni profonde. La Memoria, prima di tutto, di chi ha donato parte del proprio percorso di vita alla Patria per costituire una salda unità nazionale e per consolidare i confini ancora incerti che il Risorgimento aveva delineati. Un sacrificio di tanti italiani che ha segnato ogni famiglia, ogni città, provincia, regione della nostra Nazione ma anche uno straordinario esempio di unità, di identificazione, di un comune sentire verso qualcosa di grande, verso una meta che tutti accomunava. Ed è ancora la Memoria a legare i cittadini dei paesi distrutti dal terremoto alla terra dei propri avi, a luoghi carichi di ferite ancora aperte, luoghi che, tenacemente, sentono di non dover abbandonare. A loro verrà donato questo libro, simbolicamente carico di una memoria collettiva, perché possa essere supporto e stimolo alla rinascita.”

Un ringraziamento particolare va a chi ha contribuito con la propria generosità alla realizzazione di questo specifico libro per il Museo e per Amatrice: l’Azienda Agricola TONiDORO e la ditta D.L.G. sas e per la sistemazione interna al Memoriale alla ditta Arredamenti Marin.

Apprezzamento infine per il lavoro svolto dal sig. Franco Gobbato, che ha curato la redazione di tutti i libri oggi esposti al Museo della Battaglia, compreso questo ultimo destinato anche ad Amatrice e che ha seguito l’allestimento del Memoriale.