Fucilati per l’esempio. La delibera del Consiglio Comunale trasmessa al Presidente del Senato e della Commissione Difesa

Il sindaco Roberto Tonon ha trasmesso nei giorni scorsi il testo della Delibera del Consiglio Comunale n. 46 del 29.12.2016 al Presidente del Senato, Sen. Pietro Grasso, al Presidente della Commissione Difesa del Senato, Sen. Nicola Latorre e, per conoscenza, alla Presidente della Camera dei Deputati, On. Laura Boldrini, al Presidente della Commissione Difesa della Camera dei Deputati, On. Francesco Saverio Garofani, ed al Ministro della Difesa, Sen. Roberta Pinotti.

Il Consiglio Comunale di Vittorio Veneto, nell’apprezzare il percorso sviluppato presso la Camera dei Deputati con l’approvazione unanime della proposta di Legge dedicata alla riabilitazione dei fucilati per mano amica della Prima Guerra mondiale (i cosiddetti “fucilati per l’esempio”) e nell’apprendere dell’iniziativa di complessivo azzeramento dell’Iter della Legge realizzata in Commissione Difesa del Senato con lo stralcio della proposta e la perversione tramite nuovo testo degli obiettivi prefigurati dal testo di Legge approvato alla Camera, con la delibera 46/2016 ha voluto stigmatizzare la condotta dei Senatori che con la loro iniziativa hanno negato sia la volontà politica unitaria espressa dai Deputati sia la campagna di civiltà etica e giuridica promossa in primis dalla comunità degli storici della società civile.

Con l’ordine del giorno approvato, il Consiglio Comunale di Vittorio Veneto ha chiesto al Presidente del Senato e al Presidente della Commissione Difesa del Senato l’immediato ripristino del testo approvato alla Camera e una pronta approvazione dello stesso.

Nell’ultimo Consiglio Comunale del 2016 l'On. Giorgio Zanin era stato invitato a illustrare ai consiglieri l’ordine del giorno depositato dal Presidente del Consiglio Comunale Silvano Tocchet, aveva definito questo percorso come "un atto di civiltà, al di fuori degli schieramenti politici" e lodato la Città di Vittorio Veneto come "Città della memoria per la creazione della Pace”, ricordando che chi visita Vittorio Veneto lo fa “per imparare dalla memoria viva".

Il testo è stato trasmesso dal Presidente del Consiglio Comunale Silvano Tocchet al Presidente dell’ANCI e sindaco di Bari, Antonio Decaro, affinchè si faccia parte attiva nel sollecitare i comuni italiani all’adozione di analoghi ordini del giorno nelle rispettive assisi municipali.

“Auspichiamo tutti che questa pagina triste del bicameralismo paritario venga rapidamente chiusa e la stravolgimento del testo intervenuto in Commissione Difesa del Senato, con i soli voti contrari del Presidente Nicola Latorre e del Sen. Maurizio Gasparri, possa essere rivisto, con una celere approvazione definitiva di quanto approvato all’unanimità.”