Buon compleanno Vittorio Veneto!

22 novembre 1866 - 22 novembre 2016

La libera unione
delle due Città
compievasi
per decreto 22 novembre 1866
dal Commissario del Re
sotto il glorioso nome di Vittorio

(Una delle scritte un tempo collocate nella “Sala delle adunanze” del Municipio di Vittorio Veneto)

Nell'ambito delle celebrazioni del 150° anniversario della nascita della nostra Città, sorta dall'unione di Ceneda e Serravalle, abbiamo voluto ricordare in modo particolare il 22 novembre, giorno in cui, nel 1866, il Re Vittorio Emanuele II firmò il Regio Decreto che autorizzò il “novello comune” a chiamarsi Vittorio.

Con piacere, abbiamo accolto la disponibilità di tante associazioni e gruppi cittadini che - spinti da un apprezzabile "orgoglio vittoriese" - hanno voluto essere partecipi a questa giornata con le rispettive attività e le ringraziamo sinceramente, non solo per l’aver arricchito il programma della giornata, ma anche e soprattutto per aver dimostrato così il loro legame con la Città, contribuendo alla realizzazione di un senso positivo di comunità di cui c'è particolare bisogno in questi tempi.

Ne è scaturito un programma molto intenso e interessante: sarà una festa di compleanno come si deve ad una ricorrenza così importante.

Auspico che la partecipazione dei vittoriesi, pur essendo un giorno feriale - e speriamo non troppo freddo -, ripaghi tutti coloro che si sono impegnati e si impegneranno per il successo della festa. Viviamola con lo spirito con cui si festeggia un compleanno importante in famiglia: vinciamo la pigrizia e passiamo almeno a salutare!

Buon compleanno a tutti.

Le attività della giornata

LA S. MESSA
Alle ore 8.30 in Cattedrale S.E. il Vescovo Mons. Corrado Pizziolo celebrerà la S. Messa, che sarà animata dai ragazzi del Coro della Scuola S. Giovanna d’Arco.

LA MOSTRA: “VITTORIESI”
I nostri primi 150 anni sono stati segnati da importanti avvenimenti, anche di rilevanza mondiale, che hanno fatto conoscere la nostra Città  ovunque, tanto che oggi non c’è città in Italia che non abbia una via o piazza ad essa intitolata.
Siamo tutti, oggi, debitori nei confronti dei numerosi personaggi che, in vari campi,  Le hanno dato lustro.
Vittoriesi di nascita, d’origine o d’adozione.
Vittorio Veneto ha saputo essere culla di fiorenti attività artigianali e imprenditoriali, di una vivace realtà intellettuale, di una fervida espressione artistica, di un mecenatismo spinto, di un ardito eroismo grazie a donne e uomini capaci di lasciare un segno profondo nella vita politica, militare, sociale, industriale e culturale.
È a queste persone che abbiamo deciso di rendere omaggio con una mostra che vuole essere momento di stimolo per una riflessione più larga e diffusa sul passato della nostra Città.
La mostra, allestita sulle vetrine della Galleria Concordia al Quadrilatero e che verrà inaugurata alle 10.00, non è, quindi, da considerarsi un NUMERUS CLAUSUS, ma un punto di partenza, aperto ai contributi di tutti, che potranno segnalare altri personaggi all’indirizzo e-mail 150@comune.vittorio-veneto.tv.it

MOTTO, GONFALONE E BANDIERA
Il Consiglio Comunale, con deliberazione n. 2 del 28.01.2016, ha espresso al volontà di avviare il procedimento per l’inserimento ufficiale del motto VICTORIA NOBIS VITA nello Stemma storico della Città e il riconoscimento del Gonfalone e della Bandiera della Città, già in uso ma mai ufficialmente autorizzati.
Il 22 novembre 2016 alle ore 11.00 verrà consegnato ufficialmente al Sindaco il decreto del Presidente della Repubblica di concessione del Motto, del Gonfalone e della Bandiera. Verrà scoperto il Gonfalone fatto realizzare con le caratteristiche e la bastonatura stabilita nel predetto decreto, il Sindaco vestirà la fascia con lo Stemma arricchito dal Motto tanto caro ai Vittoriesi e sarà esposta la nuova Bandiera, unitamente a quella realizzata dalle manine dei bimbi dell’asilo nido comunale.
Per l’occasione saranno presenti il Prefetto di Treviso, dott.ssa Laura Lega, e i responsabili dell’Ufficio del cerimoniale di Stato e per le onorificenze presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri di Roma.
Il Tenore Elvis Fanton canterà l’Inno d’Italia a chiusura della cerimonia.

IL NO ALLA VIOLENZA
Manca poco al 25 novembre, Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, e non vogliamo dimenticare che Vittorio Veneto ha inaugurato il primo Centro Anti Violenza della Provincia.
Il CAV ha, quindi, ideato l’iniziativa “Non sediamoci di fronte alla violenza”, ovvero la decorazione di una panchina stradale con disegni sul tema della violenza contro le donne, con l'obiettivo di sensibilizzare e tenere viva l'attenzione della cittadinanza su questo tema tanto attuale e drammatico.
La panchina è stata individuata tra quelle posizionate in Viale del Cansiglio (cd. “Celante-Forlanini”) e l’inaugurazione dell’opera si terrà intorno alle ore 13.00.
L’opera è stata progettata e realizzata da una giovane writer, Miriam, che frequenta il corso di graffiti organizzato dal Progetto Giovani comunale.

I LABORATORI PER GLI STUDENTI
Cinque associazioni, tra le 14.30 e le 17.00, animeranno il centro cittadino con diversi laboratori gratuiti dedicati agli studenti.
I laboratori si svolgeranno tra Piazza del Popolo, Galleria Concordia, Viale della Vittoria e Galleria IV Novembre.
E alle 17.30, in Galleria IV Novembre, cioccolata calda per tutti!

  • AREGOLADARTE: “LA GRANDE MAPPA

Costruiamo insieme “La grande mappa”,  per festeggiare il compleanno di Vittorio Veneto.
In occasione di questa importante ricorrenza, l’Associazione culturale Aregoladarte invita tutti i  bambini, i ragazzi e gli adulti  a partecipare alla creazione di una grande mappa a pavimento di Vittorio Veneto.
Un’ occasione divertente per scoprire come la città è cresciuta attraverso il tempo. Sia i piccoli sia i grandi potranno partecipare, posando una tessera lungo le strade e le piazze della mappa. Sarà bello posizionare la tessera della propria casa. Chi lo desidera, potrà colorarla e renderla riconoscibile.
E grazie alla partecipazione di tutti, più ricca sarà la mappa della nostra Città.
Per prenotazioni: info@aregoladarte.info

  • ISREV: VISITA GUIDATA

La visita guidata, rivolta a studenti delle scuole secondarie di I grado, è finalizzata  all’individuazione dei segni della memoria presenti nel tessuto urbano di Vittorio Veneto relativamente alla Lotta di Liberazione. Si tratta di  targhe, lapidi, monumenti, vie alla memoria, luoghi di conservazione della memoria, che verranno letti e contestualizzati da personale qualificato appartenente all’ISREV.
Il percorso inizia alle 14.30 in Piazza Salsa,  poi  si passa in via Nannetti, ci si porta in Piazza Medaglie d’Oro e infine si conclude in Piazza del Popolo, dove è collocato il Monumento dedicato ai caduti di tutte le guerre.
Per le prenotazioni: isrev@hotmail.it 

  • LA MUCCA GIALLA: REALIZZIAMO UNA CARTOLINA PER LA CITTÀ

L’attività, distinta in base all'età dei bambini e dei ragazzi, prevede la creazione di personali opere d’arte in formato cartolina attraverso la tecnica della stampa.
Verranno utilizzati rulli, inchiostro ad acqua, cartoncino bianco, fogli di gomma crepla che gli alunni trasformeranno in matrici incise pronte per essere stampate e diventare originali cartoline della città di Vittorio Veneto.
I soggetti elaborati dai ragazzi avranno come tema i luoghi e i simboli della città e dei suoi 150 anni, come ad esempio lo stemma, la Vittoria alata e il Municipio.
Il laboratorio, della durata di circa 25 minuti, si svolgerà a ciclo continuo e sarà gestito da operatori didattici specializzati.
Per prenotazioni: info@lamuccagialla.it

  • SINTESI E CULTURA "VITTORIO VENETO, 150!"

"Vittorio Veneto, 150!" è un gioco per grandi e piccoli! Ogni partecipante avrà una mappa coloratissima del centro di Vittorio Veneto, da poter poi appendere a scuola o a casa, completata da una serie di domande che porteranno i ragazzi a leggere iscrizioni, a contare palazzi e fontane! Ogni risposta esatta permetterà di completare il gioco componendo la domanda finale. L'obbiettivo è però quello di scoprire proprio questa parte della città, sviluppatasi in forme così rigorose, solenni e al contempo ricche di verde urbano, proprio per sancire l'unione tra Ceneda e Serravalle.
Per prenotazioni: sintesicultura@inwind.it

  • IL TRENO DI BOGOTÀ: “A 100 CM DA TERRA”

A 100 cm da terra si muovono gli occhi dei bambini, catturano, scoprono, si stupiscono. Con un gioco (che poi gioco non è) ricostruiremo la città di Vittorio partendo da Serravalle, passando attraverso il Centro per arrivare a Ceneda. E lo faremo partendo da un punto di vista nuovo, quello, appunto, posto ad un’altezza di 100 cm da terra che è quella dell’occhio bambino.
Tre scuole stanno già lavorando, ma la parte decisiva sarà il prendere forma della città, martedì 22, con un grande laboratorio con Elena e Vera dalle ore 16.
Finale a sorpresa con 150 candeline da spegnere tutti insieme: piccoli e grandi accumunati dall’amore per questa Città.
Prenotazione consigliata: vera.paginerandagie@gmail.com

I NEO DICIOTTENNI
Alle ore 18.00, presso la Sala di Rappresentanza del Municipio, verrà consegnata dal Sindaco una copia della Costituzione Italiana ai giovani che nel corso del 2016 sono diventati o diventeranno maggiorenni. Sarà un modo semplice, ma significativo, per sottolineare questa tappa importante, inizio di un cammino di cittadinanza e di piena responsabilità, a partire proprio dal testo fondativo della nostra Repubblica.
Quest’iniziativa viene a collocarsi a coronamento di un impegnativo percorso, che si è voluto intitolare significativamente “Legalità e Cittadinanza Attiva” e che ha visto coinvolte le scuole secondarie di secondo grado a fianco dell’Amministrazione comunale, in una riflessione partecipata sul significato di cittadinanza attiva e sul valore della legalità.
La cerimonia avrà come ospite il prof. Sandro De Nardi, vittoriese, docente di Diritto Pubblico dell’Università degli Studi di Padova, che ha accolto l’invito a spiegare ai ragazzi la genesi e i principi fondamentali della Costituzione della Repubblica Italiana. La realizzazione dell’appuntamento, nonché degli incontri preparatori dei ragazzi, è avvenuta in collaborazione con il Progetto Giovani di Vittorio Veneto, che coinvolge i giovani del territorio, fornendo occasioni di svago ma anche di condivisione e confronto sui temi dell’impegno civile e del sociale.
Al termine della cerimonia è previsto presso piazza XXII maggio 1870 (Galleria Polizia Locale) un momento conviviale con esibizioni musicali del laboratorio di canto del Centro Giovani Criciuma e delle bands dello Spazio Musica: MIR, The Doorstep e Humana Cosa fino alle 21.30.

LA FESTA FINALE
Dalle 20 alle 23 all’interno dei musei cittadini - aperti per l’occasione - e in centro città, i cori e le scuole di musica di Vittorio Veneto offriranno momenti musicali.
Al Museo del Cenedese dalle 20 alle 22 si alterneranno il coro misto della Sezione CAI cittadina, seguito dall’ensemble femminile Women Vox , infine sarà la volta del Coro Vittorio Veneto, per voci maschili.
A Palazzo Minucci De Carlo, nello splendido salone di rappresentanza, dalle 20 alle 21 Giulia Rossato della Scuola di Musica “A. Corelli” alla chitarra proporrà musiche di Mudarra, de Narvaez, Giuliani e Ponce; a seguire, i flauti di Francesca Barbisan, Maria Bissoli, Francesca Contò, Elena Favaro. Dati i posti limitati, l’accesso al salone avverrà per piccoli gruppi, è quindi consigliato prenotarsi a info@corellivittorioveneto.it.

Dalle 21 alle 22 nell’androne al pianoterra del palazzo, si potrà invece ascoltare il Coro A.N.A. di Vittorio Veneto, che proporrà, tra le altre, rielaborazioni di musicisti vittoriesi: Efrem Casagrande, Stefano Da Ros e Beniamino Sanson.
In centro  città, alla Galleria al Cavallino dalle 20 alle 22 si esibiranno invece il Coro Col di Lana (che presenterà, tra gli altri, un brano dedicato a San Nicolò, tradizione molto viva a Vittorio Veneto) e il Coro Gli Sconcertati, con un brillante repertorio vocal pop e gospel.

A Villa Croze, dalle 21.15 alle 22, nella Sala Cadorin, Federica Lotti e Caterina Stocchi al flauto eseguiranno arie dal “Flauto Magico”, dal “Don Giovanni” e dalle “Nozze di Figaro” di W.A. Mozart, e musiche di Petrassi e Scarlatti. A seguire, un ensemble di arpe (Giada Dal Cin con le allieve Sara Granzotto, Elettra La Manna, Aurora Marcon) offrirà un piacevole repertorio con musiche di Loreena Mckennitt, Brahms, Vivaldi e Ortiz.
Consigliata la prenotazione a info@corellivittoroveneto.it.

Anche Ceneda non sarà da meno: nell’Aula Civica del Museo della Battaglia, dalle 20 alle 22 Mauro Da Ros (chitarra) e Gianni Vancini (sax) presenteranno il loro ultimo CD, interverrà una band di ragazzi della Scuola di Musica San Giuseppe.

Infine, in Piazza del Popolo, a partire dalle 22.00, il momento conclusivo della giornata: dapprima i canti della Corale Femminile Vittoriese,  poi , alle 22.30, il brindisi finale con tutti i cori e i musicisti che si sono esibiti a e la cittadinanza. 

LE VETRINE
In collaborazione con Ascom il Comune di Vittorio Veneto ha lanciato il bando di concorso "La vetrina 150", con l'obiettivo di stimolare gli imprenditori economici di Vittorio Veneto ad abbellire le vetrine dei propri locali con allestimenti che richiamino i 150 anni della nascita della Città.
Il concorso avrà una durata dal 21 novembre al 4 dicembre 2016, con obbligo dei partecipanti di allestire per tutta la sua durata la vetrina.
Una giuria composta da Sindaco del Comune di Vittorio Veneto – Presidente Ascom e Preside Liceo Artistico “Munari” o loro delegati assegnerà i seguenti premi:

  • 1° premio – € 250,00
  • 2° premio – € 150,00
  • 3° premio – € 100,00

La partecipazione è gratuita e possono partecipare al concorso tutti gli operatori economici che sul territorio Comunale di Vittorio Veneto sono titolari di esercizi dotati di vetrina. L’adesione al concorso dovrà pervenire entro il giorno 18 novembre 2016, attraverso la comunicazione a: ASCOM – Via Div. Nannetti – Vittorio Veneto.

Il 22 novembre, inoltre, tutti gli operatori economici sono invitati a partecipare attivamente alla “notte bianca” della Città, una giornata di festa deve rappresentare l’occasione di vedere una Città più viva e colorata. Da qui l’appello ai negozi, i bar, i ristoranti, le attività in genere a rimanere aperti quella sera e ad illuminare a festa le proprie vetrine.