Tra Vittorio Veneto, Tarzo e Revine Lago Polizia Locale e Servizi Sociali: la collaborazione funziona

Tutti contenti dei servizi associati. Questo in estrema sintesi il bilancio degli incontri della Conferenza dei Sindaci di Vittorio Veneto, Tarzo e Revine Lago riunitasi per il servizio di Polizia Locale, e di Vittorio Veneto e Tarzo per i Servizi Sociali.

All’incontro per il servizio di Polizia Locale, presenti il vicesindaco e assessore di reparto Alessandro Turchetto in rappresentanza del sindaco Roberto Tonon, i sindaci di Tarzo Gianangelo Bof e di Revine Lago Michela Coan, e il comandante Ezio Camerin, è stata esaminata la collaborazione in atto da anni con Tarzo e dal luglio scorso con Revine Lago.

I tre amministratori hanno espresso un forte apprezzamento per il servizio, per qualità, efficacia e competenza: un comando di 18 persone garantisce infatti una maggiore copertura del territorio, con la possibilità di svolgere un pattugliamento anche serale e notturno – in collaborazione eventualmente anche con altre forze dell'ordine – a tutto vantaggio della puntualità del servizio di controllo e della garanzia di sicurezza offerta al territorio.

È emersa altresì la volontà e opportunità di uniformare i regolamenti della Polizia Locale dei tre Comuni, in prospettiva di estenderlo anche agli ambiti edilizio e ambientale, in modo da garantire con l’omogeneità – fatte salve le specificità di ogni realtà – l’efficacia del servizio stesso, agevolando al tempo stesso gli agenti nello svolgimento del loro compito.

Il servizio associato viene peraltro incontro alla cronica carenza di organico dei Comuni, permettendo una ottimizzazione delle risorse umane.

Il servizio associato consente infine – ampliando il bacino di utenza del servizio – di accedere a fondi regionali previsti per ambiti più ampi: è il caso delle telecamere di sicurezza recentemente assegnate al comando vittoriese.

“Sono emersi – affermano i tre sindaci Tonon, Bof e Coan –  una serie di lati positivi di questa collaborazione, avviata convintamente a prescindere dalle rispettive appartenenze politiche, che si rende quando mai positiva ed apprezzabile, garantendo sicurezza, efficacia di intervento e accessibilità ai finanziamenti. Collaborazione che sarebbe auspicabile anche in altri settori”.

Concetto confermato anche all’incontro relativo alla collaborazione nei Servizi Sociali, alla presenza dell’assessore di Vittorio Veneto Barbara De Nardi in rappresentanza del sindaco Roberto Tonon, del Sindaco di Tarzo Gianangelo Bof e dei rispettivi dirigenti e funzionari: entrambi i Comuni hanno espresso piena soddisfazione per i risultati conseguiti nel primo anno di gestione associata dei Servizi Sociali e Condizione Giovanile.

In particolare, sono stati stato evidenziati un netto miglioramento del servizio per gli utenti di Tarzo, che ora possono beneficiare della suddivisione dell'utenza in diverse aree di intervento (minori, adulti, anziani, famiglie) e, per entrambi i Comuni, l’utilità del confronto tra i rispettivi regolamenti di erogazione delle prestazioni per giungere, poi, ad uniformare gli stessi.

“L’esperienza maturata – affermano i sindaci Tonon e Bof- e le soluzioni studiate soddisfano entrambe le amministrazioni: vista la delicatezza del settore, un servizio più puntuale permette di affrontare con maggiore efficacia questioni delicate e casi umani di difficoltà”.