A Serravalle intitolate passerella e isoletta sul Meschio Passeggiata don Antonio De Nardi e Giardino Emma e Maddalena Tandura

Due aree pubbliche vittoriesi recentemente rimesse a disposizione di cittadini e turisti che vivono e visitano Serravalle hanno nome e cognome. L'Amministrazione Comunale ha infatti deciso di intitolarle a tre illustri cittadini: don Antonio De Nardi, Emma Tandura e Maddalena Petterle Tandura.

La suggestiva passerella lignea che seguendo il corso del fiume collega Piazza Foro Boario a via Pajetta, lungo i cosiddetti Meschietti diventa quindi "Passeggiata don Antonio De Nardi" e verrà intitolata il 14 novembre.

Don Antonio De Nardi (Vittorio Veneto 5/8/1928 - Vittorio Veneto 10/12/1994), ordinato sacerdote a 23 anni, successivamente laureatosi in Scienze Naturali all'Università di Padova, insegnò per oltre 50 anni materie scientifiche e matematica in Seminario (della cui scuola media fu anche preside), al Liceo Flaminio, all'Istituto Magistrale e Liceo Linguistico dell'Istituto "Santa Giovanna D'Arco". Oltre all'insegnamento, in ambito scientifico si dedicò a molteplici ricerche, scritti e conferenze. In particolare ordinò e riorganizzò - arricchendolo di numerosi reperti frutto delle proprie ricerche, ampliandolo con raccolte preziose affidategli da amici e illustrandolo con disegni e tavole di grande precisione - il Museo di Scienze Naturali del Seminario, in seguito a lui intitolato e che recentemente è stato riaperto.

La cosiddetta "Isoletta di Serravalle", l'area peninsulare nel fiume Meschio, a cui si accede da via Calcada di fronte al duomo di Serravalle, recentemente riaperta all'uso pubblico dopo un contenzioso legale durato decenni, diventa invece "Giardino Emma e Maddalena Tandura" e verrà intitolata il 4 novembre, Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate.

Emma Tandura (Vittorio Veneto 17/8/1889 - Vittorio Veneto 6/12/1960) e Maddalena Petterle Tandura (Vittorio Veneto 15/5/1895 - Vittorio Veneto 17/9/1983) furono rispettivamente sorella e moglie di Alessandro Tandura, Medaglia d'Oro al Valor Militare. Alle due donne è stata concessa la Medaglia d'Argento al Valor Militare (evento eccezionale se riferito a donne) per il coraggioso aiuto concesso al Tandura calatosi col paracadute oltre le linee nemiche.

"Queste due aree di Serravalle sono tra le più frequentate della città per la loro suggestiva posizione lungo il Meschio e nel centro storico - commenta il Sindaco Roberto Tonon - e per questo ci sembrava giusto renderle riconoscibili con dei nomi propri. La scelta è caduta su nostri concittadini che, in tempi e modi diversi, hanno dato lustro a Vittorio Veneto, contribuendo alla promozione della cultura ed alla difesa della Patria. Un omaggio dovuto da parte della nostra Città, che lo fa con orgoglio e sincera riconoscenza".