Da lunedì 25 si presentino le domande Fondo morosità incolpevole

Da lunedì 25 luglio gli inquilini sottoposti a sfratto per morosità, purché incolpevole, possono presentare domanda di contributo al Comune di Vittorio Veneto all’ufficio Servizi Sociali di via Carducci. Il Comune ha infatti approvato l’Avviso per l’accesso al ”Fondo per la morosità incolpevole” – anno 2015, e il reimpiego delle somme non utilizzate nel fondo 2014.

La morosità incolpevole si verifica quando il mancato pagamento dell’affitto avviene per la sopravvenuta perdita o consistente riduzione della capacità reddituale della famiglia, dovuta alla perdita del lavoro per licenziamento, a riduzioni dell’orario di lavoro, a cassa integrazione, al mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici a cessazioni di attività libero-professionali, a malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare, alla necessità di impiego di parte notevole del reddito per rilevanti spese mediche e assistenziali. Il beneficio è riservato a residenti nel Comune, a cittadini europei o extracomunitari con permesso di soggiorno valido o in attesa di rinnovo, e reddito Ise non superiore a 35.000 euro o Isee non superiore a 26.000 euro.

“Questo fondo è stato istituito da una legge nazionale del 2013 – spiega l’assessore ai servizi sociali Barbara De Nardi – che attraverso le Regioni chiede ai Comuni con alta tensione abitativa (in Veneto sono 29) di indicare queste situazioni di morosità. Nel 2015 sono stati erogati 9.900 euro, per le 5 domande presentate in città nel 2014. Si tratta di uno strumento importante, che aiuta le famiglie in difficoltà: ma è importante che siano informate e presentino domanda”.

Per informazioni, www.vittorioveneto.gov.it. oppure telefonare all’Ufficio “Sociale-Condizione Giovanile” di Via Carducci 28 (0438/569319-306-316).