Partecipata riunione tre enti e partner interessati Vittorio capitale della cultura 2018: la partita è iniziata!

Vittorio Veneto capitale italiana della cultura 2018: avanti tutta!

Ieri sera nell'aula civica del Museo della Battaglia il sindaco Roberto Tonon e l’assessore alla Cultura Antonella Uliana hanno convocato un cosiddetto "kick off meeting", una riunione che ha dato il "calcio d'inizio" alla partita della candidatura della città a questo importante ruolo, riunendo soggetti portatori di vari interessi e potenziali partner in questa affascinante avventura: erano presenti esponenti e rappresentanti del mondo istituzionale, culturale, economico, religioso, professionale.

Dopo l’introduzione del Sindaco Tonon e dell’assessore Uliana, il dr. Marco Marinuzzi - consulente triestino esperto in ambito culturale, che ha già curato analoghi progetti - ha esposto i contenuti del bando anche attraverso strumenti multimediali; è seguita quindi una riflessione sulla cultura vittoriese del sen. Maurizio Castro.

Nel giro di pochi giorni il gruppo di lavoro coordinato dall’assessore Uliana provvederà a raccogliere le adesioni di enti, associazioni ed istituzioni che intendono essere partner nel progetto, quindi entro il 30 giugno andrà elaborato e presentato al Governo un progetto con un programma ben preciso, sviluppato in un dettagliato dossier.

Entro il 15 novembre il Ministero deciderà le dieci città candidate tra le quali, dopo una serie di pubbliche audizioni, sceglierà, nei primi mesi del 2017, la capitale italiana della cultura 2018.

“Il vasto patrimonio culturale vittoriese – commenta il sindaco Tonon – composto da musei, centri storici, bellezze artistiche, personaggi illustri, riferimenti storici, si propone, a cento anni dalla conclusione dell’evento bellico mondiale, come strumento per una solida e concreta cultura di pace. Riteniamo infatti che sia solo la cultura che possa permettere di superare le situazioni di conflitto che purtroppo ancor oggi insanguinano il mondo. Siamo convinti che Vittorio Veneto e il suo territorio abbiano tutte le carte in regola e le forze per ambire a questo riconoscimento. Confidiamo che molti altri attori credano in questo progetto che stiamo elaborando con l’aiuto di tutti: in questo senso ricordo con soddisfazione e gratitudine che il Consiglio Comunale si è espresso in modo unanimemente favorevole a questa candidatura”.