Buone notizie sul fronte dell’elettrificazione della ferrovia

L'amministratore delegato di Rfi Maurizio Gentile ha confermato gli interventi sulla linea Conegliano - Vittorio Veneto.

Dopo il positivo incontro della scorsa settimana con il ministro Delrio, e quello di alcuni giorni fa con il sottosegretario Angelo Rughetti, il sindaco Roberto Tonon ha ricevuto ieri dall’on. Roger De Menech un’altra buona notizia.

“De Menech ha incontrato ieri Maurizio Gentile, amministratore delegato di Rfi (Ferrovie) – spiega Tonon - che gli ha confermato i programmi di intervento sulla linea Conegliano – Vittorio Veneto. I lavori sono già finanziati dal governo all’interno dell’accordo di programma 2016 e potranno essere appaltati entro breve tempo. L’elettrificazione della tratta Conegliano Vittorio Veneto ha un costo di circa 10,3 milioni di euro.

Ma De Menech mi ha dato novità anche per quanto riguarda le linee a nord della pedemontana. Rfi, su indicazione del Ministero delle Infrastrutture e del ministro Delrio, ha avviato la progettazione preliminare per l’elettrificazione dell’anello Vittorio Veneto – Belluno – Feltre – Montebelluna, con l'obbiettivo di avere in tempi brevi un progetto concreto e quindi successivamente stanziare le risorse, anche stimolando il cofinanziamento da parte della Regione.  In particolare Rfi ha stimato un costo di circa 20 milioni di euro per i 34 chilometri tra Belluno e Vittorio Veneto.

E’ chiaro che l’elettrificazione da Conegliano a Vittorio, e poi fino a Belluno – in attesa del collegamento con la Pusteria – inseriranno la nostra città in una tratta moderna e dalla immense potenzialità per il traffico pendolare, ma anche quello turistico”.

Novità anche sul fronte stradale.

“De Menech, in costante contatto con il presidente di Anas Armani, mi ha parlato degli incontri tra Anas e Ministero delle Infrastrutture per utilizzare al meglio le risorse stanziate grazie ad un emendamento dello stesso De Menech alla legge di Stabilità. In particolare Anas sta studiando una serie di varianti e rettifiche alla Statale 51 di Alemagna tra Longarone e Cortina.

E’ evidente che se Anas vuole investire su quella statale, spingerà convintamente anche sul suo completamento sul territorio vittoriese, ovvero sul secondo stralcio della circonvallazione est. Un’altra grande opera infrastrutturale che viene avanti”.